Giornate Europee del Patrimonio, gli appuntamenti a cura della Direzione Regionale Musei Campania. — Gazzetta di Salerno

Sabato 24 e domenica 25 settembre 2022 torna il consueto appuntamento con le Giornate Europee del Patrimonio, la grande manifestazione culturale organizzata su iniziativa del Consiglio d’Europa in collaborazione con la Commissione UE, promossa in Italia dal Ministero della Cultura per il tramite della Direzione generale Musei.

Il tema scelto per l’edizione italiana 2022 è “Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro”, che riprende lo slogan europeo “Sustainable Heritage”, ampliandolo con una riflessione sul patrimonio culturale come eredità per le generazioni future. Un tema di grande attualità che propone una riflessione sulla gestione sostenibile del patrimonio culturale e del paesaggio e, allo stesso tempo, su come questo possa contribuire a un futuro più sostenibile da un punto di vista ambientale, sociale ed economico, anche in funzione del raggiungimento degli specifici obiettivi fissati dalle Nazioni Unite per il 2030.

La Direzione regionale Musei Campania insieme ai suoi musei e luoghi della cultura partecipa alle Giornate Europee del Patrimonio, promuovendo aperture straordinarie, con iniziative ed eventi, in collaborazione con enti e associazioni del territorio in una prospettiva di rete culturale inclusiva e diffusa in tutta la regione.

Nella giornata e serata di sabato 24 e nella giornata di domenica 25 settembre i musei e luoghi della cultura campani propongono iniziative sul tema della cultura sostenibile, dedicate a tutti i visitatori. Aperture straordinarie, percorsi di visita accessibili e inclusivi, visite guidate e laboratori didattici, mostre temporanee, performance artistiche, spettacoli e concerti, incontri e conversazioni, consentiranno di vivere il patrimonio culturale oltre gli orari consueti, di condividere riflessioni e azioni concrete sui temi della sostenibilità ambientale, ma anche sociale e culturale, attraverso le molteplici e preziose connessioni dell’arte e della cultura con l’ambiente e il paesaggio che abitiamo.

Agli eventi in programma si accederà con orari e costi ordinari nelle giornate del 24 e del 25 settembre, mentre le aperture serali di sabato 24 avranno il costo simbolico di 1 euro (restano applicate le agevolazioni e gratuità previste dalla normativa vigente, cultura.gov.it/agevolazioni).

Tutte le informazioni sulle iniziative in programma sono disponibili sul sito della Direzione regionale Musei Campania (museicampania.cultura.gov.it) e nella sezione dedicata del sito MiC (https://cultura.gov.it/GEP2022), oltre che sui social dei luoghi della cultura aderenti.

Vi invitiamo a seguire le iniziative anche sui canali social di riferimento (@EHDays | @museitaliani | @drmuseicampania) e a condividere le vostre GEP con gli hashtag ufficiali.

Programma delle iniziative

 NAPOLI

 

 

MUSEO DUCA DI MARTINA – VILLA FLORIDIANA

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 10.00 e 11.30

Suoni di un antico futuro

 

Ore 10.30

Conversazioni con la Storia

 

Sabato 24 settembre il Museo Duca di Martina, nella Villa Floridiana, in collaborazione con l’Associazione Il Tempo dell’Arte di Napoli e l’Associazione Kaos Music Lab di Anacapri, propone una passeggiata sonora attraverso installazioni realizzate con materiali di riuso. Oggetti quotidiani diventano strumento musicale e, attraverso il riciclo, vengono valorizzati per diventare bellezza da suonare, esposti in dialogo con le opere delle collezioni del museo. Le visite, alle ore 10.00 e 11.30, prevedono un percorso tra le opere e gli oggetti moderni anche attraverso piccole letture, momenti di ascolto musicale attivo ed esperienze sonore. L’attività è rivolta ad adulti e bambini a partire dai 7 anni, partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria ai numeri 328 3756926, 345 5470272 (gruppi di max 15 persone a turno). Inoltre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, sabato 24 settembre alle 10.30 riprendono al Museo Duca di Martina le “Conversazioni con la Storia”, un’iniziativa promossa dalla V Municipalità Vomero-Arenella del Comune di Napoli e organizzata in collaborazione con la Direzione regionale Musei Campania, per esplorare i temi della storia della città di Napoli e riannodare i fili tra passato e presente. Il secondo incontro del ciclo inaugurato a maggio sarà una Conversazione sulla Napoli aragonese con Luigi Tufano, docente all’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, che si aprirà con i saluti istituzionali di Marta Ragozzino, Direttrice regionale Musei Campania e Clementina Cozzolino, Presidentessa V Municipalità. Introdurranno e modereranno gli incontri, che proseguiranno nel mese di ottobre, Giulio Delle Donne, Presidente I Commissione Turismo e Cultura V Municipalità, e Pierluigi Romanello, Consigliere V Municipalità. Partecipazione gratuita.

Info: Via Domenico Cimarosa, 77 – Napoli | +39 081 5788418 | [email protected]

 

 

 

 

CERTOSA E MUSEO DI SAN MARTINO

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 11.30

Gli orologi solari della Certosa tra restauro e valorizzazione

 

Sabato 24 settembre alle 11.30, il recupero degli antichi saperi e tradizioni legati alle energie rinnovabili sarà l’oggetto dell’approfondimento sui tre orologi solari della Certosa di San Martino, in collaborazione con il Dipartimento di Architettura dell’Università di Napoli “Federico II”. Il programma, a cura della docente Alessandra Pagliano, esperta di gnomonica e geometria descrittiva, prevede la visita guidata all’orologio solare restaurato nel Chiostro grande e all’orologio multiplo della scala dello gnomone, con interessanti spunti sulla misura del tempo mediante le ombre solari. Seguirà l’illustrazione della meridiana a camera oscura di Rocco Bovi e del pavimento maiolicato nel Quarto del Priore, oggetto di un video descrittivo recentemente realizzato, per concludersi con l’eccezionale opportunità di assistere all’andamento della “macula” luminosa. La partecipazione è compresa nel biglietto di ingresso al museo.

Info: Largo San Martino, 5 – Napoli | +39 081 2294503 | [email protected]

 

 

 

 

 

MUSEO DUCA DI MARTINA – VILLA FLORIDIANA

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 18.00-21.00

Apertura straordinaria serale

L’eleganza della trasparenza. Vetri e cristalli dalla collezione del Duca di Martina

 

Sabato 24 settembre, nell’ambito dell’apertura serale straordinaria del Museo Duca di Martina, nella Villa Floridiana di Napoli, che sarà visitabile anche dalle 18.00 alle 21.00 (ultimo ingresso da Via Cimarosa alle ore 20.00 e in biglietteria al Museo alle 20.15), sarà proposta una visita tematica dedicata alla preziosa collezione di vetri e cristalli del Duca di Martina, che accoglie esemplari delle più importanti manifatture veneziane, catalane e boeme, databili fra Cinquecento e Settecento. La visita guidata si svolgerà nelle sale del pianterreno del Museo, in due turni, rispettivamente alle ore 19.00 e alle ore 19.45, per gruppi di max 20 persone a turno. Per le visite guidate, prenotazione facoltativa entro le ore 12.00 del 24 settembre a:  [email protected] La partecipazione è gratuita.

Info: Via Domenico Cimarosa, 77 – Napoli | +39 081 5788418 | [email protected]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CERTOSA E MUSEO DI SAN MARTINO

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 19.30-22.30

Apertura serale straordinaria con momenti di spettacolo dal vivo: MUSICA, DANZA E TEATRO

 

In occasione dell’apertura serale straordinaria dalle 19.30 alle 22.30 (ultimo ingresso ore 21.30), intrecciando la valorizzazione del patrimonio materiale e immateriale, Musica, Teatro e Danza arricchiranno il percorso di visita al Museo in un’esperienza doppia per il visitatore. La voce di Francesca Zurzolo, con la chitarra di Riccardo del Prete, introdurrà alla sezione dell’Ottocento Napoletano con un repertorio di Canzone classica napoletana, patrimonio di una Napoli creativa e identità dal respiro universale. Nel percorso del Quarto del Priore, la coreografia “Il Giardino di Ghiaccio” di Stefania Contocalakis, esalterà  l’arte come atto di magia che smuove le corde più intime dell’animo. Rosalba Di Girolamo e Federica Ottombrino, una narratrice e una cantante accompagnate da chitarra e fisarmonica, racconteranno con brani tratti dallo spettacolo “Errori” da racconti di Marquez, Cortàzar e Galeano, la storia di vita di due donne: una storia di libertà e una storia di prigionia nei suggestivi ambienti dell’antica Certosa. Le iniziative sono realizzate grazie al sostegno ricevuto attraverso il portale Art Bonus. La partecipazione al concerto è compresa nel biglietto di ingresso al museo al costo simbolico di 1 euro.

Info: Largo San Martino, 5 – Napoli | +39 081 2294503 | [email protected]

 

 

 

MUSEO DIEGO ARAGONA PIGNATELLI CORTÉS

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 19.30-22.30

Apertura serale straordinaria

Benedetto Marcello: nobiltà della musica – Dissonanzen suona Barocco a Villa Pignatelli

 

In occasione dell’apertura serale straordinaria, dalle 19.30 alle 22.30 (ultimo ingresso ore 21.30), il Museo Diego Aragona Pignatelli Cortés, in collaborazione con Dissonanzen, propone ai suoi visitatori un concerto alle ore 20.00, dedicato alle Sonate per flauto di Benedetto Marcello, compositore veneziano tra le figure più interessanti e originali del panorama musicale del primo Settecento. Delle Sonate per flauto, di grande bellezza melodica e punto fermo del repertorio flautistico di ogni epoca, il programma prevede l’esecuzione di  sei delle dodici che compongono la raccolta dell’op. II. La loro scrittura che è pensata chiaramente per il flauto dolce, di gran voga in Italia in quel periodo, ben si adatta però anche al flauto traverso. Durante il concerto Tommaso Rossi proporrà letture su entrambi gli strumenti, accompagnato al clavicembalo da Patrizia Varone. La variazione dei ritmi, la grande sapienza contrappuntistica di molti allegri in stile fugato, rendono queste sonate un meraviglioso caleidoscopio di colori, un piccolo osservatorio della varietà delle forme e degli stili della musica Barocca. Durante l’apertura serale sarà possibile visitare anche la mostra fotografica “ITALIA IN-ATTESA. 12 racconti fotografici”, prorogata fino al 25 settembre proprio in occasione delle GEP. La mostra, che nasce da un progetto del Ministero della Cultura e realizzato dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea e dall’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, presenta le opere commissionate a 12 fotografi italiani nell’ambito di una ampia ricerca dedicata alla creazione di un archivio visivo dell’Italia durante la pandemia, che ha permesso di comprendere come l’emergenza sanitaria ha influito sullo sguardo e sulla coscienza di alcuni dei principali narratori visivi italiani. Più di cento le fotografie esposte nelle otto sale al primo piano di Villa Pignatelli – Casa della fotografia, in un dialogo continuo tra storia e attualità, architettura e fotografia, tradizione e sperimentazione. La partecipazione al concerto è compresa nel biglietto di ingresso al museo al costo simbolico di 1 euro fino ad esaurimento posti.

Info: Riviera di Chiaia, 200 – Napoli |+39 081 7612356 | [email protected]

 

 

 

CASTEL SANT’ELMO – MUSEO NOVECENTO A NAPOLI

Sabato 24 settembre 2022, ore 19.30-22.30

Apertura serale straordinaria

Sant’Elmo e i castelli della Campania

 

Sabato 24 settembre, apertura serale straordinaria di Castel Sant’Elmo dove, dalle 19.30 alle 22.30 (ultimo ingresso ore 21.30) sarà possibile visitare il castello con i suoi spalti panoramici sulla città di Napoli, il Museo Novecento a Napoli e il nuovo percorso di visita della mostra “I Segni del Paesaggio: Sant’Elmo e i castelli della Campania”, inaugurata lo scorso mese. Il percorso didattico della mostra si sviluppa all’interno dei suggestivi ambienti degli ambulacri, da anni chiusi al pubblico, che ospitavano le guarnigioni dei soldati a difesa della città, e documenta l’opera dell’architetto spagnolo Pedro Luis Escrivà, mettendo in luce le peculiarità del progetto cinquecentesco e la complessità della struttura architettonica, che fa di Sant’Elmo un avanzato esperimento di ingegneria militare, unico nel suo genere. Allo stesso tempo illustra le vicende storiche di cui è stato protagonista il Castello, dal Regno di Napoli a quello delle Due Sicilie, fino all’Unità d’Italia, accompagnando il succedersi degli eventi in città e divenendo simbolo di potere. Per l’apertura serale il biglietto di ingresso al museo è al costo simbolico di 1 euro.

Info: Via Tito Angelini, 22 – Napoli |+39 081 2294456 | [email protected]

 

 

 

CERTOSA DI SAN GIACOMO

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 18.00-21.00

Apertura serale straordinaria

Ritorno alla Natura: dalla vita certosina alle opere di Diefenbach, Schnabel e Fabre

 

Domenica 25 settembre 2022, ore 12.00-18.00

Ritorno alla Natura: dalla vita certosina alle opere di Diefenbach, Schnabel e Fabre

 

Sabato 24 settembre, in occasione dell’apertura serale straordinaria dalle 18.00 alle 21.00 (ultimo ingresso ore 20.30), e domenica 25 dalle 12.00 alle 18.00 (ultimo ingresso ore 17.30), la Certosa di San Giacomo a Capri propone al pubblico visite guidate e laboratori artistici a cura delle associazioni culturali Apeiron e Capri in Arte, in collaborazione con gli alunni della classe quarta del Liceo classico “Axel Munthe” di Anacapri nell’ambito del PCTO 2022 (a.s. 2022/23). La partecipazione alle attività in programma è compresa nel biglietto di ingresso al museo: sabato sera al costo simbolico di 1 euro, fino ad esaurimento posti (max 100 partecipanti), domenica al costo ordinario di ingresso.

Info: Via Certosa, 10 – Capri (NA) | +39 081 8376218 | [email protected]

 

 

 

MUSEO DUCA DI MARTINA – VILLA FLORIDIANA

 

Domenica 25 settembre 2022, ore 10.00 e 12.00

Suoni di un antico futuro

 

Ore 11.00 e 11.30

Musica in Floridiana

 

Domenica 25 settembre il Museo Duca di Martina, nella Villa Floridiana, in collaborazione con l’Associazione Il Tempo dell’Arte di Napoli e l’Associazione Kaos Music Lab di Anacapri, propone una passeggiata sonora attraverso installazioni realizzate con materiali di riuso. Oggetti quotidiani diventano strumento musicale e, attraverso il riciclo, vengono valorizzati per diventare bellezza da suonare, esposti in dialogo con le opere delle collezioni del museo. Le visite, alle ore 10.00 e 12.00, prevedono un percorso tra le opere e gli oggetti moderni anche attraverso piccole letture, momenti di ascolto musicale attivo ed esperienze sonore. L’attività è rivolta ad adulti e bambini a partire dai 7 anni, partecipazione gratuita con prenotazione obbligatoria ai numeri 328 3756926, 345 5470272 (gruppi di max 15 persone a turno). Inoltre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, l’Orchestra della Scuola “Pirandello – Svevo” di Napoli, composta da 35 elementi, comprendenti flauto traverso, violino, chitarra e pianoforte, eseguirà musiche di A. Piazzolla, E. Morricone, N. Rota e dal repertorio tradizionale spagnolo ed ebraico. Il concerto si svolgerà alle ore 11.00, con replica alle 11.30, nel vestibolo del Museo Duca di Martina, situato al pianterreno, dove saranno disponibili 20 posti a sedere. Il concerto sarà a porte aperte e liberamente fruibile a tutti i visitatori, quale accompagnamento musicale al percorso di visita. L’iniziativa è organizzata in collaborazione con l’Associazione Culturale “Amici della Floridiana”. Partecipazione gratuita.

Info: Via Domenico Cimarosa, 77 – Napoli | +39 081 5788418 | [email protected]

 

 

 

MUSEO DIEGO ARAGONA PIGNATELLI CORTÉS

 

Domenica 25 settembre 2022, ore 11.00

La chitarra e il flauto fra il Settecento e l’Ottocento

 

Domenica 25 settembre alle 11.00, nella splendida cornice della Veranda Neoclassica, il Museo Diego Aragona Pignateli Cortes, in collaborazione con l’Associazione Mozart Italia, propone ai suoi visitatori un concerto di musiche tra il Settecento e l’Ottocento, eseguite da Piero Viti alla chitarra e Mauro Bibbò al flauto. Il programma si apre con pagine di chitarristi legati alla coeva Scuola Napoletana sette-ottocentesca, tra cui Ferdinando Carulli (1770-1841), uno dei maggiori innovatori della chitarra. Seguono le Variazioni su “È nato miezo mare” Op. 143 del compositore e chitarrista Mauro Giuliani (1781-1829), grande maestro dell’Ottocento chitarristico, che lasciò nella sua ultima produzione alcuni cicli di variazioni ispirati a note canzoni popolari partenopee. Nella seconda parte seguono brani celebri per flauto e chitarra: J. S. Bach, ancora Carulli e Cimarosa, per terminare con le Variazioni sulla Carmen di Bizet composte dal francese François Borne alla fine dell’800. Domenica 25 è l’ultimo giorno per visitare la mostra fotografica “ITALIA IN-ATTESA. 12 racconti fotografici”, prorogata fino a questa data proprio in occasione delle GEP. La mostra, che nasce da un progetto del Ministero della Cultura e realizzato dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea e dall’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione, presenta le opere commissionate a 12 fotografi italiani nell’ambito di una ampia ricerca dedicata alla creazione di un archivio visivo dell’Italia durante la pandemia, che ha permesso di comprendere come l’emergenza sanitaria ha influito sullo sguardo e sulla coscienza di alcuni dei principali narratori visivi italiani. Più di cento le fotografie esposte nelle otto sale al primo piano di Villa Pignatelli – Casa della fotografia, in un dialogo continuo tra storia e attualità, architettura e fotografia, tradizione e sperimentazione. La partecipazione al concerto è compresa nel biglietto di ingresso al museo fino ad esaurimento posti.

Info: Riviera di Chiaia, 200 – Napoli |+39 081 7612356 | [email protected]

 

 

 

CERTOSA E MUSEO DI SAN MARTINO

 

Domenica 25 settembre 2022, ore 11.30

Principio di Virtù – Intorno all’istampitta medievale. Secondo appuntamento della rassegna “Suoni in Certosa!”

 

Domenica 25 settembre, in coincidenza con le Giornate Europee del Patrimonio, alla Certosa di San Martino alle 11.30 il secondo appuntamento della rassegna “Suoni in Certosa!”, nata dalla collaborazione tra la Direzione regionale Musei Campania e l’Associazione Dissonanzen, giunta quest’anno alla terza edizione. La rassegna è stata ideata per gli spazi ricchi di arte e di echi di storia del complesso della Certosa e Museo di San Martino, che domina sulla città di Napoli, osservandone da secoli in silenzio i mutamenti, lenti ma costanti. L’edizione di quest’anno è dedicata all’arte della variazione e prevede, per il secondo appuntamento, il concerto “Principio di Virtù – Intorno all’istampitta medievale”, partiture medievali dal London Codex e dallo Chansonnier du Roi, eseguite da Alessandro De Carolis al flauto dolce e Peppe Frana al liuto. La partecipazione è compresa nel biglietto di ingresso al museo, fino ad esaurimento posti.

Info: Largo San Martino, 5 – Napoli | +39 081 2294503 | [email protected]

 

 

 

 

VILLA JOVIS

 

Domenica 25 settembre 2022, ore 11.30 e 15.00

Ritorno alla Natura

 

Domenica 25 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, Villa Jovis propone due appuntamenti all’insegna dell’arte e della creatività sostenibile. Alle 11.30 e alle 15.00 sono previsti due laboratori didattici, a cura dell’associazione culturale Capri in Arte,  compresi nel biglietto di ingresso al sito.

Info: Viale Amedeo Maiuri, Capri (NA) | +39 081 8376218 | [email protected], [email protected]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CASERTA

 

 

ANFITEATRO CAMPANO

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 18.30-21.30

Apertura serale straordinaria

Notte dell’Appia

 

In occasione dell’apertura straordinaria, dalle 18.30 alle 21.30 (ultimo ingresso ore 21.00), all’Anfiteatro Campano si svolgerà l’evento ”Notte dell’Appia”, organizzato in collaborazione con il Comune di Santa Maria Capua Vetere. Il programma prevede alle 18.30 visite guidate a cura dell’Archeoclub di Santa Maria Capua Vetere, all’anfiteatro repubblicano, all’anfiteatro Campano e al Museo dei gladiatori. A partire dalle ore 20.30, è prevista una degustazione di prodotti tipici e, a seguire, il concerto di Enzo Gragnaniello, l’artista che ha fatto dell’estemporaneità e della ricerca poetica popolare il suo cavallo di battaglia. Nel quadro delle azioni di dialogo svolte dalla Direzione regionale Musei Campania, per favorire modelli innovativi volti a promuovere una comunità inclusiva e di condivisione e l’ampliamento dell’accessibilità del sito, sia fisica che cognitiva e sensoriale, trova la sua felice validazione l’esibizione dell’artista Gragnaniello, a sua volta impegnato nella promozione dell’accoglienza e dell’inclusione, mescolando nelle sue canzoni storie di emarginati e di speranza, interpretate con l’inconfondibile voce, roca e affascinante. La partecipazione è compresa nel biglietto di ingresso al sito al costo simbolico di 1 euro. Prenotazione facoltativa a. [email protected], 0823 1831093.

Info: Piazza I Ottobre, 1860 –  Santa Maria Capua Vetere (CE) | +39 0823 844206 | [email protected]

 

 

 

MUSEO ARCHEOLOGICO DELL’ANTICA CAPUA

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 19.00-22.00

Apertura serale straordinaria

I Segni del Paesaggio: l’Appia e Capua

 

Domenica 25 settembre 2022, ore 9.00-13.00

I Segni del Paesaggio: l’Appia e Capua

 

Sabato 24 settembre, apertura straordinaria del Museo archeologico dell’antica Capua e della mostra permanente “I Segni del Paesaggio: l’Appia e Capua”, visitabili dalle 19.00 alle 22.00 (ultimo ingresso ore 21.30). L’esposizione, inaugurata lo scorso 14 settembre, è stata realizzata nell’ambito del progetto “I segni del paesaggio: la via Appia e i castelli della Campania” (POC Campania – Programma di Azione e Coesione – Piano Operativo Complementare 2014-2020), in collaborazione con la Regione  Campania, il Dipartimento di Lettere e Beni Culturali dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” e la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Caserta e Benevento. Nell’ambito dell’apertura serale di sabato sono previste tre visite guidate alla mostra, a cura di Coopculture, alle ore 19.00, 20.00 e 21.00. La mostra, che inaugura la sezione romana del Museo con 100 opere mai esposte prima, è visitabile anche nella giornata di domenica 25 nell’orario di apertura del Museo (9.00-19.00) e nella mattinata quattro visite guidate, a cura di Coopculture, accompagneranno i visitatori nel percorso dalle 9.00 alle 12.00 (una ogni ora). La partecipazione alle attività in programma è compresa nel biglietto di ingresso al museo: sabato sera al costo simbolico di 1 euro, domenica al costo ordinario di ingresso. Prenotazione facoltativa a: [email protected], 0823 1831093.

Info: Via Roberto d’Angiò, 48 – Santa Maria Capua Vetere (CE) | +39 0823 844206 | [email protected]

 

SALERNO

 

 

 

 

MUSEO ARCHEOLOGICO DI EBOLI E DELLA MEDIA VALLE DEL SELE

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 18.00-21.00

Apertura serale straordinaria

[email protected]

 

Sabato 24 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2022, il Museo Archeologico Nazionale di Eboli e della Media Valle del Sele sarà eccezionalmente aperto dalle 18.00 alle 21.00 (ultimo ingresso ore 20.30). Un’occasione per conoscere le straordinarie collezioni archeologiche della Media Valle del Sele in un orario insolito, accompagnati in una visita guidata a cura dei servizi educativi del museo. Ingresso gratuito.

Info: Piazza San Francesco, 1 (Convento San Francesco) – Eboli (SA) | +39 0828 332684 | [email protected]

 

 

 

MUSEO ARCHEOLOGICO DELLA VALLE DEL SARNO

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 19.00-22.00

Apertura serale straordinaria

Culturale Sostenibile

 

Domenica 25 settembre 2022, ore 9.00-13.00

Culturale Sostenibile

 

Anche quest’anno il Museo archeologico della Valle del Sarno aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio, la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa, dedicata nel 2022 al tema “Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro”. Per promuovere stili di vita consapevoli e incoraggiare scelte responsabili per il futuro, sabato 24 settembre dalle 19.00 alle 22.00 con l’apertura straordinaria serale, e domenica 25 dalle 9.00 alle 13.00, al Museo sarà possibile visitare la mostra allestita in occasione delle GEP, “Contesti, uomo e natura”, con cui il fotografo Prezioso Carpentieri, senza l’ausilio di filtri e ritocchi, penetra nell’essenza della natura invitando a riflettere sull’interazione sostenibile fra uomo e paesaggio. Sarà possibile, inoltre, ripercorre le principali tappe della storia della Valle del Sarno attraverso i preziosi reperti esposti e visitare “Inferi e Inferni. Omaggio a Dante”, mostra dedicata alle illustrazioni a fumetti della Divina Commedia in dialogo con l’archeologia nelle sale affrescate al secondo piano del palazzo settecentesco. Sono previste visite guidate alle collezioni e alla mostra, a cura del personale del Museo. Ingresso gratuito, prenotazione facoltativa a: [email protected], 081 941451.

Info: Via Cavour, 7 (Palazzo Capua) –  Sarno (SA) | +39 081 941451 | [email protected]

 

 

 

 

 

 

 

MUSEO ARCHEOLOGICO DI PONTECAGNANO

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 19.30-22.30

Apertura serale straordinaria

Giornate Europee del Patrimonio | Contaminazioni

 

Sabato 24 settembre il Museo Archeologico di Pontecagnano aderisce alle Giornate Europee del Patrimonio 2022 con l’apertura serale straordinaria dalle 19.30 alle 22.30 (ultimo ingresso ore 22.00). Il tema delle GEP di quest’anno – “Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro” – rientra nella programmazione annuale del MAP, che pone molta attenzione ai temi della sostenibilità, del turismo green e di prossimità, dell’accoglienza e dell’accessibilità, anche nell’ottica di trasmettere alle nuove generazioni l’importanza di preservare e valorizzare il patrimonio culturale ereditato. La serata prevede alle 20.30 una performance di danza contemporanea a cura delle Associazioni Campania Danza (direzione artistica di Antonella Iannone) e Borderline Danza (direzione artistica di Claudio Malangone), che permetterà ai visitatori di attraversare il Museo e le sue collezioni grazie alla musica e alla danza. Per garantire la sicurezza dei visitatori i flussi di entrata e uscita seguiranno percorsi differenziati, le performance si svolgeranno in luoghi diversi del museo per evitare assembramenti. La partecipazione è compresa nel biglietto del museo al costo simbolico di 1 euro.

Info: Via Lucania – Pontecagnano Faiano (SA) | +39 089 848181 | [email protected]

 

 

 

 

 

MUSEO ARCHEOLOGICO DI EBOLI E DELLA MEDIA VALLE DEL SELE

 

Domenica 25 settembre 2022, ore 9.00-13.00

Apertura straordinaria

ManES in Blu

 

Domenica 25 settembre, nuova apertura straordinaria del Museo Archeologico di Eboli e della Media Valle del Sele, che dalle 9.00 alle 13.00 (ultimo ingresso ore 12.30) dedica un appuntamento inclusivo al pubblico delle famiglie e dei bambini con autismo. Dalle 10.30, gli operatori della Cooperativa Il Tulipano Art Friendly – con la quale la Direzione regionale Musei Campania ha sottoscritto un importante protocollo di intesa per l’apertura dei musei e delle collezioni alle persone con autismo – propongono un percorso di visita a bambini di età compresa tra gli 8 e i 10 anni con autismi e/o disabilità cognitiva. Ragazzi e adulti verranno, invece, accompagnati dal gruppo CulturAut alla scoperta del Museo con nuovi linguaggi ed approcci di visita. Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria a: [email protected], 389 1312180.

Info: Piazza San Francesco, 1 (Convento San Francesco – Eboli (SA) | +39 0828 332684 | [email protected]

 

 

 

 

 

 

 

 

 

MUSEO ARCHEOLOGICO DI PONTECAGNANO

 

Domenica 25 settembre 2022, ore 10.00-12.30

GiOCAPicentia. Visita tematica e laboratori didattici

 

Domenica 25 settembre, in occasione delle Giornate Europee del Patrimonio 2022, il Museo Archeologico di Pontecagnano dedica un appuntamento al pubblico delle famiglie e dei bambini, a cura dei servizi didattici del Museo, alla scoperta della straordinaria collezione degli “Etruschi di frontiera”  attraverso il gioco e il divertimento. Le attività didattiche, in programma dalle 10.00 alle 12.30, prevedono la partecipazione di un massimo di 15 bambini e la prenotazione obbligatoria al numero 089 848181. Per garantire la sicurezza dei visitatori i flussi di entrata e uscita seguiranno percorsi differenziati.

Info: Via Lucania – Pontecagnano Faiano (SA) | +39 089 848181 | [email protected]

 

 

 

 

BENEVENTO

 

 

 

 

MUSEO ARCHEOLOGICO DEL SANNIO CAUDINO

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 19.00-22.00

Apertura serale straordinaria

Il futuro ha un cuore antico

 

Domenica 25 settembre 2022, ore 9.00-19.00

Il futuro ha un cuore antico

 

Sabato 24 settembre apertura straordinaria serale del Museo archeologico del Sannio caudino dalle 19.00 alle 22.00 (ultimo ingresso ore 21.30), con visite accompagnate al Museo e alla Torre di Montesarchio per gruppi max di 15 persone per turno. Lungo il percorso, performance teatrali, a cura dell’Associazione culturale “Sentinelle della Torre”, l’accompagnamento musicale di giovani artisti locali e una degustazione di vini delle cantine del territorio nel cortile del Castello. Sono previste, inoltre, visite accompagnate a cura dell’associazione Taburno Trekking di Montesarchio lungo i sentieri pedonali che collegano il centro cittadino al rilievo su cui spiccano il Castello, sede del Museo, e la Torre di Montesarchio. Saranno effettuate soste per soffermarsi sui punti di maggiore interesse del borgo antico attraversati durante il percorso. Domenica 25, proseguiranno le visite guidate al Museo e alla Torre (gruppi max di 15 persone per turno), proseguiranno nell’orario di apertura del Museo (9.00-19.00, ultimo ingresso ore 18.30), con letture di poesie e passi teatrali  ispirati alla natura e alla cura del Creato, a cura degli alunni delle scuole primarie e medie degli Istituti scolastici cittadini. La partecipazione è compresa nel biglietto del museo, sabato sera al costo simbolico di 1 euro, domenica al costo ordinario di ingresso.

Info: Via Castello Montesarchio (BN) | +39 0824 834570, 327 2114420 | [email protected]

 

 

 

 

 

AREA ARCHEOLOGICA DEL TEATRO ROMANO DI BENEVENTO

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 19.30-22.0

Apertura serale straordinaria

Eternità. L’Universo del Corpo

 

Domenica 25 settembre 2022, ore 8.00-12.00

Eternità. L’Universo del Corpo

 

Sabato 24 settembre apertura serale straordinaria del Teatro romano di Benevento, dalle 19.30 alle 22.30 (ultimo ingresso alle 22.15). Un’occasione per una visita speciale che offre ai visitatori racconti e suggestioni attraverso la storia, l’archeologia, la musica e la danza nel suggestivo scenario del Teatro romano di Benevento. Oltre alle consuete visite guidate a cura del personale, in programma per la serata lo spettacolo “Eternità. L’Universo del Corpo”, a cura di Compagnia di danza Balletto di Benevento – Centro Studi Carmen Castiello. Lo spettacolo si articola in performances di musica, danza e poesia che si sviluppano in tre momenti:  al tramonto (ore 19.30) con “The balcony scene”, la notte (ore 20.30) con “Variazioni da opere”, all’alba (ore 8.00 del 25 settembre) con “The GREATES Showman – variazioni dal film”. L’evento è organizzato in collaborazione con l’Università  Giustino Fortunato e il  Centro Studi danza di Carmen Castiello. La partecipazione è con il biglietto del sito: sabato sera al costo simbolico di 1 euro, domenica al costo ordinario di ingresso.

Info:  Via Ponzio Telesino – Benevento | +39 0824 47213 | [email protected]

 

 

 

 

AVELLINO

 

 

 

MUSEO DEL PALAZZO DELLA DOGANA DEI GRANI

 

Sabato 24 settembre 2022, ore 19.00-22.00

Apertura serale straordinaria

Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro: “La Dogana nella Dogana. Atripalda e Avellino: Dogane a confronto” e “Parthenium Calling: Lontano. I Pastori del Partenio”

 

Domenica 25 settembre 2022, ore 9.30-13.30

Apertura straordinaria

Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro: “La Dogana nella Dogana. Atripalda e Avellino: Dogane a confronto” e “Parthenium Calling: Lontano. I Pastori del Partenio”

 

Sabato 24 e domenica 25 settembre, il Museo del Palazzo della Dogana dei Grani di Atripalda effettuerà due aperture straordinarie: la sera di sabato, dalle 19.00 alle 22.00 (ultimo ingresso alle ore 21.30), la mattina di domenica dalle 9.30 alle 13.30 (ultimo ingresso ore 13.00). All’interno dell’edificio storico della Dogana dei Grani, il percorso museale con la mostra permanente “La Dogana nella Dogana. Atripalda e Avellino: Dogane a confronto”, che racconta la storia, ancora poco conosciuta, delle dogane di Atripalda e Avellino a partire dal periodo medievale e recupera il racconto realizzato nel 1996 per presentare i frutti della ricerca archeologica del sito di Abellinum, che consente ancora oggi di far emergere le potenzialità narrative degli oggetti e dei contesti esposti, in un sapiente equilibrio tra informazione rigorosa e comunicazione coinvolgente nel luogo corrispondente alla piazza principale della città, dove l’antica Dogana, posta all’incrocio di importanti vie di comunicazione tra la Puglia e Napoli, rappresenta ancora oggi il centro propulsore di iniziative culturali, di attività di studio e ricerca. Oltre al percorso museale permanente, sarà inoltre possibile visitare la mostra temporanea “Parthenium Calling: Lontano. I Pastori del Partenio”, inaugurata lo scorso 17 settembre e realizzata nell’ambito del Progetto POC “Parthenium Calling: il Richiamo della Montagna”, finanziato dalla Regione Campania e organizzato in partenariato con i Comuni di Atripalda, Mugnano del Cardinale, Quindici, Ospedaletto d’Alpinolo, Moschiano e l’Ente Parco del Partenio. L’installazione fotografica del light designer Davide Scognamiglio è funzionale alla presentazione di un progetto di pastorizia partecipata nell’area del Parco del Partenio, per sensibilizzare il pubblico dei visitatori all’ambiente e rivolto alla creazione di spunti di riflessione per una politica della sostenibilità produttiva. La Dogana dei Grani, con i suoi ampi spazi e con la sua collocazione centrale nello spazio urbano, diventa spazio espositivo ideale per un’installazione che ospita ritratti di donne e uomini con un fortissimo legame con la tradizione di un mestiere antichissimo, il paesaggio in cui vivono e il ritmo delle stagioni.

Info: Piazza Umberto I –  Atripalda (AV) | +39 0825 626586 | [email protected]

Add Comment